I clienti di un brand navigano online spesse volte non totalmente consapevoli dei propri bisogni e di come un determinato prodotto o servizio possa soddisfarli. Alla luce di questo aspetto è fondamentale lavorare bene dal punto di vista dell’inbound marketing, che permette di farsi trovare in maniera sicura da un pubblico effettivamente interessato a quello che si fa.

Quali sono i migliori consigli da seguire in questi casi? Ecco i suggerimenti base che qualsiasi brand dovrebbe considerare per essere presente online in maniera efficace.

  • Attenzione al posizionamento del sito: il primo consiglio di inbound marketing per i brand che vogliono farsi trovare online da un pubblico profilato consiste nel mettere in primo piano il posizionamento del sito. Lavorare su determinate parole chiave attraverso uno studio dettagliato dei dati di Analytics è il primo passo per intercettare le esigenze del proprio target.
  • L’importanza di investire sui social: essere presenti in maniera mirata sui social è fondamentale, ma non è sufficiente. Un contenuto di qualità – per esempio un blog post scritto facendo attenzione ai dati di Analytics e alle richieste fatte dagli utenti nei commenti – deve essere sponsorizzato. Solo così si può avere la certezza che venga letto da chi è effettivamente interessato al tema trattato.
  • Social media? Fondamentali, ma solo se c’è strategia: come specificato nel punto precedente, la presenza sui social è essenziale per un inbound marketing di qualità. Quello che conta è avere alle spalle la giusta strategia. Essere presenti su tutte le piattaforme in generale può non essere la scelta giusta. Sparare nel mucchio, quando si parla di web marketing, è spesso un fallimento annunciato. Ogni social ha un linguaggio e un pubblico diverso, motivo per cui è necessario studiare in maniera approfondita prima di scegliere da quali ‘palcoscenici’ digital parlare al proprio target.
  • Non dimenticare l’ottimizzazione mobile: ultimo ma non meno importante consiglio per ottimizzare l’inbound marketing consiste nell’ottimizzare il sito per i dispositivi mobile. Ormai la maggior parte delle ricerche viene effettuata da smartphone e tablet e ignorare questo aspetto significa fallire in partenza.

Date queste doverose premesse di inbound marketing si può procedere con le fasi successive, che vedono in primo piano la fidelizzazione del cliente attraverso sconti e promozioni. Fondamentale è l’esclusività, il fatto di sentire il brand con i suoi prodotti come parte integrante della propria quotidianità. Una volta raggiunto questo obiettivo è praticamente automatico il successo, frutto della soddisfazione del cliente finale.

 

 

[adinserter block=”8″]