3 idee per posizionare un sito e-commerce su Google

Ci sono molti fattori che possono aiutarvi a posizionare un sito e-commerce su Google. In questo articolo vedremo tre idee che potete mettere in pratica per rendere più visibile il vostro e-commerce: ricordatevi che si parla sempre di tecniche SEO, ovvero il campo che si dedica al posizionamento organico di un sito web; non prenderemo dunque in considerazione la pubblicità e gli annunci sponsorizzati, per il semplice motivo che ben il 94% degli utenti clicca sui risultati organici e non su quelli a pagamento ed è proprio quel 94% che noi vogliamo raggiungere. Posizionareun sito e-commerce su Google non è un risultato che si ottiene in un mese o due: dovete considerarla un’attività i cui risultati si vedranno sul medio-lungo periodo.

Pagine più grandi

Dando un’occhiata a una ricerca del 2017 svolta da Searchmetrics, è interessante notare che le dimensioni delle pagine dei siti e-commerce presenti nelle prime dieci posizioni sono più grandi di oltre il 30% rispetto alla media. Ecco quindi il primo consiglio per posizionare un sito e-commerce su Google: realizzate pagine più ricche di contenuti, con schede prodotto molto dettagliate, tante fotografie di buona qualità, commenti e feedback da parte dei clienti. Sembra proprio che Google apprezzi i dettagli e la grande quantità di informazioni, quindi contattate un bravo SEO copywriter e affidatevi a lui per realizzare pagine voluminose.

Elenchi ed elementi interattivi

Un altro fattore che sembra influire positivamente riguarda gli elenchi: ebbene, sembra proprio che una cosa semplice come un elenco puntato vi possa aiutare a posizionare un sito e-commerce con più facilità. I siti e-commerche che hanno contenuti strutturati in elenchi puntati sono più alti nella classifica di Google; ancora meglio se gli elenchi hanno molte voci: negli e-commerce meglio posizionati la media di voci per lista è di 24,4.

Oltre agli elenchi, per posizionare un sito e-commerce potete sfruttare gli elementi interattivi: menù, bottoni, pulsanti e altri elementi di questo tipo renderanno il vostro e-commerce più interessante per Google; fate attenzione anche alla quantità, perché gli e-commerce meglio posizionati presentano un elemento interattivo ogni 7,12 parole, quindi una densità molto elevata.

Link interni

Che i link siano importanti per Google è risaputo. Per posizionare un e-commerce, quindi, dovrete fare anche un buon lavoro di inserimento di link: in particolare quelli interni, che rimandano alle diverse pagine del sito, sembrano essere molto apprezzati da Google; i primi dieci e-commerce della classifica presentano una media di 219 link interni, rispetto alla media generale di 126 link interni. Per posizionare un sito e-commerce, però, dovrete prestare attenzione anche alla qualità dei link interni, creando una struttura facile da navigare e intuitiva per l’utente.